Giovani adulti

Linguaggi diversi che si intrecciano entrando e uscendo da un unico argomento.
I percorsi hanno la durata di due ore, necessitano di televisore con videoregistratore e stereo con lettore CD.
I singoli titoli possono essere intesi come unico evento, oppure come il primo di una serie di incontri.

 

Liberi libri

Percorso multimediale tra libri, video e musica

La lettura come spazio di libertà. Un percorso nato intorno al libro Fahrenheit 451 e all’opera cinematografica che il regista François Truffaut ne ha tratto. Utilizzando il dialogo tra la parola scritta e le immagini si arriva a raccontare di uomini che diventano LIBRI… che diventano LIBERI.

SUPERIORE
Classe consigliata : prima

 

Passatempo
Percorso multimediale tra libri, video e musica

Tempo inteso come tempo parallelo. Quel genere di tempo che nasce da un orologio che abbiamo ingoiato da piccoli e che Stefano Benni chiama orobilogio. Il viaggio nel tempo parte dalla fantascienza con La macchina del tempo di Herbert George Wells con letture e immagini video; prosegue cavalcando la fantasia con Monster & co, La storia infinita e Il barone di Münchhausen. Planando poi in un acrobatico volo tra le pagine di scrittori come Gianni Rodari, Stefano Benni, Isaac Asimov, Ray Bradbury e Daniel Pennac accompagnati dalle note di Emir Kusturica, Kitaro e Demetrio Stratos.

MEDIE
Classi consigliate: prime e seconde.

 

Io chi?
Percorso multimediale tra libri, video e musica

Percorso d’Identità. L’identità intesa come quel insieme di caratteristiche che rendono qualcuno quello che è, distinguendolo da tutti gli altri.
L’identità che si va costruendo, trovando, scoprendo in un percorso di consapevolezze che passa dal desiderio di identificazione, di sentirsi parte e di appartenere.
Un percorso costruito attorno alle storie di ragazzi e di ragazze di ieri e di oggi, alla scoperta della complessità di significati del termine identità.

MEDIE
Classi consigliate: terze.

 

A m’arcord
Percorso multimediale tra libri, video e musica

“Mi ricordo che la tenda la montavano d’inverno, poco prima di Natale...Mio nonno adorava il circo, per via delle bestie, ma soprattutto dei giocolieri e dei funamboli.”
Immaginiamo il tempo come una linea, una fune sospesa, e il funambolo come colui che vive solo quella retta breve tra il tallone e l’alluce: il presente. Nessun ricordo dei passi già camminati, il pensiero a quelli ancora da camminare e la sensazione forte della fune sotto i piedi.
Nel costruire “A m’arcord”, abbiamo pensato a questo mondo in cui viviamo. Un mondo che sembra sempre più proiettato verso il futuro, in cui il presente è dominato dalla velocità e dalla fretta, nel quale sembra non esserci tempo per la memoria.
Quello che il percorso si propone è di offrire ai ragazzi il tempo per accorgersi che “siamo fatti di tempo.” Eduardo Galeano.

MEDIE
Classe consigliata: terza.
SUPERIORI
Classi consigliate: prime e seconde.

 

In cerchio, la lettura è viva
Alla ricerca di incontri interessanti tra i ragazzi e i libri

“…Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quello che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira.” Jerome David Salinger.
Creare un vero e proprio circolo-cerchio nel quale i ragazzi sono invitati ad accomodarsi accanto a misteriosi ospiti: i libri.
Il percorso intende raccontare la Biblioteca come una folla di donne e di uomini vissuti in epoche e in luoghi diversi, un brulicare di pensieri, di immagini e di parole libere. Letture e narrazioni si alternano con il desiderio di far sentire la lettura come atto capace di dare vita alla pagina scritta. Libri vivi, dunque, magari seduti sulla sedia accanto a formare questo circolo reale e immaginario che si offre ai ragazzi come spazio di libertà.

Come approfondimento, per camminare su nuove domande: realizziamo con i ragazzi il laboratorio Cantieri di lettura.

Destinatari: giovani adulti, età indicata 15/20 anni.

 

Dentro/Fuori
Percorso di educazione sul tema della legalità per la promozione di una cultura civile

Partendo dalla Costituzione, da storie vere, immaginarie, vissute dentro ai libri e dentro le carceri accompagniamo i ragazzi in un percorso sul tema della legalità. Un’occasione per offrire spazi di riflessione individuale e collettiva per ribadire l’importanza di un legame tra legalità e mondo giovanile, per guardare con occhi attenti al percorso di riabilitazione che comincia con l’esperienza del carcere.

Come approfondimento, per camminare su nuove domande: realizziamo con i ragazzi il laboratorio Dentro/Fuori.

Secondarie di primo grado.
Classe consigliata: terza.