Sulle strade di Rodari


Progetto ideato e coordinato dalla Cooperativa Damatrà
in collaborazione con Associazione culturale 0432 e Libreria La pecora nera
con il sostegno di tutti i Comuni coinvolti e della Regione Friuli Venezia Giulia (L.R.25/2006)
con il supporto tecnico di SAF Autoservizi F.V.G. S.p.a.
si ringrazia Edizioni EL, Einaudi Ragazzi, Emme Edizioni
nelle biblioteche dei sistemi:
SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL BASSO FRIULI: biblioteche di Aiello del Friuli - Aquileia - Campolongo Tapogliano - Cervignano del Friuli - Fiumicello - San Vito al Torre - Terzo di Aquileia - Villa Vicentina - Visco
SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL MEDIO FRIULI: biblioteche di Basiliano - Bertiolo - Camino al Tagliamento - Castions di Strada - Codroipo - Flaibano - Lestizza - Mereto di Tomba - Mortegliano - Sedegliano - Talmassons - Varmo
SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA PIANURA PORDENONESE: biblioteche di Casarsa della Delizia  - San Vito al Tagliamento
SBI - SERVIZIO INTERCOMPRENSORIALE DI SAN GIORGIO DI NOGARO: biblioteche di Bicinicco - Carlino - Gonars - Marano Lagunare - Muzzana del Turgnano - Palazzolo dello Stella - Palmanova - Porpetto - Precenicco - San Giorgio di Nogaro - Torviscosa
CENTRO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA CARNIA: biblioteche di Amaro - Cavazzo - Comeglians - Enemonzo - Forni Avoltri - Lauco - Ovaro - Paluzza - Paularo - Prato Carnico - Ravascletto - Rigolato - Tolmezzo - Verzegnis - Villa Santina
SERVIZIO BIBLIOTECARIO DELL'UNIONE DEI COMUNI "CUORE DELLO STELLA": biblioteche di Pocenia -  Rivignano - Teor
e nelle biblioteche di Grado - Pasian di Prato - Ronchi dei Legionari - San Giovanni al Natisone - Tavagnacco - Tricesimo - Udine

LABORATORI:

SULLE STRADE DI RODARI - LABORATORIO BIOGRAFICO
a cura della Cooperativa Damatrà
Damatrà, come il celebre ragionier Bianchi di Varese,  sei giorni su sette girerà scuole e biblioteche portando con se tutto il necessario: oggetti, immagini, aneddoti biografici, audiovisivi d’epoca, vecchie fotografie e tanti libri per raccontare ai bambini grandi e piccoli chi era davvero Gianni Rodari.

SULLE STRADE DI RODARI - BOOKSPOT
a cura della Cooperativa Damatrà
30 minuti di letture e racconti per far venire voglia di leggere, o ri-leggere Rodari.

FORMAZIONE:

Momenti di formazione dedicati ad insegnanti, bibliotecari e studenti universitari

VIAGGI:

“Una mattina il filobus numero 75, in partenza da Monteverde Vecchio per Piazza Fiume, invece di scendere verso Trastevere, prese il Gianicolo, svoltò giù per l’Aurelia Antica e dopo pochi minuti correva tra i prati fuori Roma come una lepre in vacanza…
…Si meravigliarono tutti. E sì che avevano il giornale sotto gli occhi, e in cima al giornale la data era scritta ben chiara: 21 marzo.
Il primo giorno di primavera tutto è possibile.”

[Gianni Rodari]

FILOBUS N°75
a cura dell’Associazione culturale 0432
Viaggi su ruote e rotaie, in compagnia di racconti, musica e immagini.
Come scriveva Gianni Rodari, il viaggio del Filobus numero 75 è “tempo regalato, un piccolo extra, come quando si compra una scatola di sapone in polvere e dentro c’è un giocattolo”. Così ci piacerebbe che fossero i nostri viaggi: un momento in cui le lancette dell’orologio si fermano, un momento per accorgerci dei fiori che spuntano, per dimenticarci degli impegni seri e per ricordarci gli uni degli altri.
Ci piace l’idea di far incontrare le storie raccontate con un’avventura vera, di unire magicamente per alcune ore (come nelle pagine di Rodari) il viaggio reale con il viaggio fantastico. Ne nascono piccole occasioni per stare in compagnia, piccoli e grandi assieme, per scoprire senza vincoli, per condividere esperienze, per mettere in moto la nostra creatività…


SPETTACOLI:

A come Alice che casca sempre nei posti più incredibili.
L come la strada… Quella che non va da nessuna parte.
F come il filobus impazzito il primo giorno di primavera.
A come Alice che continua a cadere, questa volta è finita dentro al cassetto.
B come il bambino distratto che perde prima il braccio, poi la mano, poi…
E come… è impossibile che Tonino sia invisibile.
T come topo, quello che mangia i gatti…
O come l’omino di niente che viveva in un mondo di niente e non sapeva proprio… niente.

ALFABETO RODARI
a cura di Roberto Anglisani e Francesco Bertolini
Roberto Anglisani racconta “Favole al telefono” di Gianni Rodari con musiche originali di Francesco Bertolini
Parole e musica per festeggiare insieme il compleanno dello scrittore che ha rivoluzionato l’alfabeto della fantasia regalandoci uno dei più bei libri della letteratura per ragazzi del secolo scorso.
“La prima volta che ho letto Favole al telefono ero piccolo e alle favole tradizionali preferivo quelle che inventava mia mamma. Lei era bravissima a inventarle, ma il giorno dopo non se le ricordava più.  E poi arrivò Gianni pieno di storie che erano proprio come  piacevano a me : "moderne", speciali …
Ora ho deciso di leggerle per voi, perché possiate provare lo stesso piacere che provo io ogni volta che le leggo.
Il 2010 è un anno particolare per Gianni Rodari, perché sono passati esattamente 30 anni dalla sua morte e 90 dalla sua nascita. Questo spettacolo vuole essere un tributo e un ringraziamento per la sua opera meravigliosa”.

[Roberto Anglisani] 

“Penso che la Grammatica della fantasia sia un testo fondamentale per tutti noi che proviamo ad inventare con quello che c’è quello che non c’è ancora. Rodari ci regala tra le pagine i suoi “trucchi del mestiere” ; applicandoli alla creazione musicale ho intessuto il tappeto sonoro su cui si muovono le letture di Roberto”.

[Francesco Bertolini]